Marcadores

jese (1) Jesus (139) Saul (59)

martedì 28 maggio 2013

10.05.2013 di Gesú



I problemi emotivi che state per affrontare sono i vostri attaccamenti

Gesú, 10 maggio 2013


L'umanità è sempre stata avvolta, ma ignaramente, dal campo dell'Amore divino - tutta la creazione è amorevolmente contenuta al suo interno - ma ora la realtà di questo concetto irrompe nella vostra consapevolezza e non può più essere liquidata come delirio o far finta che sia un’assurdità da coloro che sono timorosi di tutto ciò che i loro sensi fisici non possono identificare e misurare. Sdegno e incredulità dei regni diversi da quello fisico non feriscono più perché ci sono troppe prove per dimostrare il contrario, e sempre più viene scoperto ogni giorno. In verità i primi segni di risveglio dell'umanità stanno diventando sempre più evidenti, in realtà la verità che vi risveglierete nel vostro stato naturale come esseri pienamente coscienti non può più essere significativamente negata.

Essere pienamente consapevoli comprende, di default, una consapevolezza che ci sono molti regni di coscienza, di esistenza, oltre l'ambiente fisico che sperimentate sul pianeta Terra; che in realtà non ci sono limiti alla coscienza; che essa ha costante ed immediato accesso a tutta la creazione; e che nulla è nascosto da esso. L’Amore - il campo energetico della creazione - non nasconde nulla, traveste nulla, e mostra tutto ciò che esiste per la gioia infinita di tutti gli esseri senzienti. Tutto ciò di cui continua ad essere ignari è per  vostra scelta personale; non è stato trattenuto dal vostro campo di conoscenza da alcuni decreti imperiali o dittatoriali imposti dall'esterno.

Tutto ciò che Padre nostro ha creato è senziente, e la sensibilità permette un’evoluzione senza limiti in un campo che è di per sé infinito. La sensibilità è intelligente e ha la capacità di inventare strumenti come quelli che le permettono di definirsi come limitata, e poi sperimentare l'esistenza in quello stato limitato, oppure definire se stessa come infinito e poi sperimentare se stessa come tale. E' libera di stabilire condizioni o situazioni che l’attirano in questo momento, ora, e poi espandere quei momenti in eoni, o  ridurli ad un impulso di energia pura che è troppo piccolo, troppo breve da essere registrato o misurato con qualsiasi strumentazione che potrebbe mai essere sviluppata in uno stato di limitazione.

Tutti gli esseri senzienti sono stati creati nell’Amore con vita eterna ed immortale. Alcuni poi hanno scelto di sperimentare la limitazione, e mentre quella scelta rimane sostenuta dal collettivo che l’ha fatta, sarà divinamente onorata e l'esperienza continuerà. Tuttavia, le condizioni limitanti scelte e sperimentate dall'umanità sono state completamente sviluppate e non hanno ulteriori aspetti nascosti che devono ancora essere scoperti, così l'umanità ha scelto di lasciare quello stato irreale e risvegliarsi. Voi state attualmente sbrogliando le matasse della limitazione che in cui vi siete avvolti; matasse di paura, rabbia, rancore, diffidenza, giudizio, e così via, che hanno nascosto l’Amore da voi. L'Amore, come vi è stato spesso ricordato, è tutto ciò che esiste, e quando quelle matasse illusorie in cui vi siete impigliati vengono rimosse, la pienezza dell’Amore vi sarà maestosamente e gloriosamente rivelata.

Molti di voi sono pronti per passare nel vostro stato divino al minimo preavviso, quando l'intento della vostra volontà collettiva rilascerà i coinvolgimenti che vi hanno intrappolato nell'illusione e permesso di farla franca. Poiché vi è un solo Amore, tutto ciò che si stacca da Esso cessa di esistere, perché in realtà non è mai esistita, e scivola via smaterializzandosi come fumo o nebbia, o come immagini in uno specchio che scompaiono quando l'oggetto riflesso si allontana. Non rimane nessuna traccia con la quale si può ricordare, per non parlare di ricostruire.

La libertà viene dalla vostra scelta attivata di rilasciare tutto ciò che non è allineato con il vostro naturale stato di unità o interezza, che è legata in modo permanente a Dio in un’unione inscindibile. Questo è un paradosso se considerato dal presente stato limitato in cui il vostro intelletto opera, perché lì, la separazione sembra libero, ed essere legati indica uno stato di occulta sottomissione a un'autorità superiore, uno stato di prigionia virtuale, quando la verità è l'opposto. Ad esempio un pesce in una piscina rocciosa vicino ma separato dall'oceano è intrappolato, bloccato, ma un pesce contenuto all'interno dall'oceano è libero dal contenimento, totalmente libero.

Rilasciando i vostri attaccamenti, i vostri coinvolgimenti - alle vostre rabbie, risentimenti, giudizi e paure - siete liberi da tutti i limiti che tali coinvolgimenti impongono - di fluttuare liberamente, senza ostacoli e senza restrizioni nel campo infinito dell’Amore di Dio, il vostro habitat naturale. I problemi emotivi in arrivo per molti di voi, i tumulti e i turbamenti che vi stanno portando fuori equilibrio, sono i vostri attaccamenti che vengono su come bolle o palloncini verso di voi. Potete conservarli o rilasciarli. Se li conservate vi giocheranno qualche tiro, e vi trascineranno dove non avete bisogno o desiderio di andare, mentre quando li rilasciate galleggiano via e scompaiono, lasciandovi immuni, leggeri, e assolutamente liberi.

Lasciate andare il giudizio e tutti i poco amorevoli e pesanti carico che esso vi impone, e scoprite la gioia, la libertà, la leggerezza, e la spensierata esistenza che diventa possibile e che istantaneamente vi abbraccia.

Il vostro amorevole fratello, Gesù.

Canalizzato da John Smallman

http://johnsmallman2.wordpress.com/

Traduzione: Silvia Rubino Zizzo

Nessun commento:

Posta un commento

invocation


UN’INVOCAZIONE

14:02:2014 - 09:00H BRISBANE, AUSTRALIA

ROMA - 24:00H / 13:02:2014

http://24timezones.com/